Spaesato

Oggi mi sento spaesato.
Spaesato come chi è senza un paese, perché non ha senso sentirsi così attaccato a un posto dove sei nato per puro caso.
Spaesato come chi è senza una passione, perché le passioni che tanto mi coinvolgono e in cui mi immergo per mesi, finiscono sempre per rivelarsi effimere.
Spaesato come chi è senza un lavoro, perché se pure mi dà quel denaro che mi tiene sufficientemente lontano dai margini della società, non lo sento più mio da molto tempo.
Spaesato come chi è senza amici, perché certe volte nemmeno il tuo migliore amico capisce quanto ti senti solo con te stesso.
Spaesato come chi è senza amore, perché un giorno, come tutti, morirò solo.
Meno male che domenica c’è ‘a Roma.

4 comments

Rispondi:

  1. utente anonimo · November 18, 2011

    Forza LAZIO!
    Dico così solo perchè so per certo che lo spaesamento è azzerato  dall'incazzamento.

  2. TheAubergine · November 18, 2011

    Gentile utente anonimo, ma come faccio a incazzarmi con un laziale, con tutti i problemi che ha.

    Saluti,
    Aub.

  3. utente anonimo · November 18, 2011

    Urca…mi sono dimenticato di identificarmi
    Sorry!
    PS. Aub, non sono laziale, l'ho detto per spaesarti dal tuo spaesamento

  4. TheAubergine · November 18, 2011

    Ti stavo chiedendo "quale spaesamento?" e non so se è propriamente un segno positivo.
    Tranquillo MM, pure fosse non ho particolari pregiudizi, solo i più comuni.