Il topolino di campagna elettorale

Quando B promette, attenzione ai dettagli

Ci sono due modi per farsi invidiare dai colleghi: beccarsi l’aumento o l’influenza.

Berlusconi tornerà in piazza indossando un giubbotto antiproiettile. Non l’ha visto JFK, eh?

“Farò una proposta shock su un argomento che sta molto a cuore a tutte le famiglie”. Davvero ti levi dal cazzo?

Berlusconi: “Davanti a Scilipoti bisogna togliersi il cappello”. Altrimenti non può tornarci dentro.

In un’intervista Berlusconi dice che un chilo di pasta costa “un euro e ottocento”. Fa proprio ridere, almeno finché non ti chiede di dargli il resto.

Casini riconosce le coppie gay. Sono quelle che lo guardano con commiserazione.

(La campagna elettorale è quel periodo in cui i politici dicono bugie, appendono manifesti abusivi e sostengono i deboli. Poi smettono di sostenere i deboli)

Per lo spot di Sel Vendola gioca a Ruzzle. Ti coinvolge, ha un vocabolario enorme, ma fondamentalmente una volta finito non ci hai capito un cazzo.

Argentina, assassinò la sua ex ragazza, sposa la sorella gemella: “Miravo a te sin dall’inizio”.

Ritrovato su una scogliera un borsone caricato sull’areo di Missoni, è tragedia. Pare sia taroccato.

Cassazione su Ustica: “Fu un missile, lo Stato deve risarcire le famiglie”. Quali famiglie?

Aereo Alitalia atterrato fuori pista, si difendono i responsabili: “Avevamo alitato sulla punta come sempre”.

Sharon mostra segni di attività cerebrale. Eh, alla buon’ora.

Fa sesso con un pupazzo di neve, rimane col pene congelato e ora rischia l’amputazione. Quando viene a saperlo la moglie.

Esce il film sulla vita di Steve Jobs. Quando finisce ti compri il cinema.

Marchionne: “Sbagliato usare Fiat per motivi politici”. Una buona ripresa te la sogni.

Scritte omofobe in una scuola, Vendola contro Alemanno. Ma lui non ci ha mai messo piede.

Alemanno: “Vendola offende Roma”. Ah, è sul raccordo pure lui?

Storace: “I problemi di sicurezza li hanno tutte le metropoli”. Almeno finché c’è Storace in giro.

Usa, sviluppato un programma che prevede epidemie, conflitti e scontri sociali. È quello di Obama.

Artwork di Here to Avenge Laika.

11 comments

Rispondi:

  1. Humani Instrumenta Victus · February 6, 2013

    Voto Scilipoti (la battuta, s’intende).

  2. TheAubergine · February 6, 2013

    Azz, che brivido!

  3. Cri · February 6, 2013

    Quella di Ustica mi ha fatto accapponare la pelle. Ti sei scatenato (per rimanere in tema)

  4. TheAubergine · February 6, 2013

    Le battute che ti colpiscono sono sempre quelle che entrano per miracolo nella selezione. Un giorno capirò il perché. O meglio, spero di capire se il problema ce l’ho io o ce l’hai tu.
    (apprezza l’umiltà)

  5. Cri · February 6, 2013

    (L’umiltà è dote essenziale per un satiro umorista. Anzi, più che l’umiltà, la capacità di non pigliarsi sul serio. Se si smette di pensare di giocare e si comincia a crederci non si è più divertenti, né ficcanti, né stimolanti)
    Penso che ci sia una spiegazione semplice, tutto sommato, Aube: che non abbiamo lo stesso tipo di humour, ma due diversi che però confinano e agli estremi si toccano!

  6. Cri · February 6, 2013

    (E comunque apprezzo e sempre apprezzerò sopra ogni cosa, sempre e comunque, la tua rinuncia al codice captcha. Apprezzamento che cresce esponenzialmente al progredire della mia presbiopia)

  7. TheAubergine · February 6, 2013

    Ah ecco, fai bene a mostrare il tuo apprezzamento, qui c’è gente che ha condotto battaglie per difendere il captcha e ora che ha ceduto nota una certa latitanza di messaggi di riconoscenza.

  8. Claudiappì · February 6, 2013

    Quella di Scilipoti è sottile e bellissima :D

  9. dan11 · February 6, 2013

    Casini :D

  10. TheAubergine · February 6, 2013

    Scilipoti può essere solo frutto di un gioco di prestigio, non è roba seria su.

  11. TheAubergine · February 6, 2013

    No, ma pensa che disagio.